Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Il Paradiso degli Orchi
Home » Recensioni

Pagina dei contenuti


Recensioni

immagine
Gregorio Magini

Cometa

Neo Edizioni, Pag. 243 Euro 15,00

A parte l’ovvia assonanza con Comeet, la sigla pensata dai protagonisti per la produzione di un social (poi mutata in Comeetr per renderla più trendy) e a parte il fatto che una cometa ci sta davvero, a un certo punto (quasi un richiamo a una realtà più tangibile ma anche più inafferrabile rispetto a quella dell’informatica che domina in gran parte la scena), a parte tutto questo la cometa mi è apparsa come un’intensa metafora delle vite dei protagonisti.

immagine
Hanya Yanagihara

Una vita come tante

Sellerio, Pag. 1104 Euro 22,00

Tempo fa un giovane scrittore mi offre, tramite mail, la possibilità di avere in lettura il suo ultimo libro. Senza esitazioni gli dissi che non leggevo novità.

immagine
Nathan Englander

Una cena al centro della terra

Einaudi, Pag. 240 Euro 19,50

Si tratta di una storia di spionaggio piuttosto inusuale, originale nel montaggio e apportatrice di emozioni inaspettate. L’azione viene palleggiata nel tempo fra il 2002 e il 2014, e nello spazio fra Berlino, Parigi, Gerusalemme, e oltre. E anche sull’asse verticale, fra il sottosuolo e la superficie. Tutto parte dal Prigioniero Z, che giace in una cella segreta sotto il deserto del Negev, dimenticato da tutti fuorché dal solerte carceriere che si prende cura di lui.

immagine
Vito di Battista

L’ultima diva dice addio

Società Editrice Milanese, Pag. 213 Euro 15,00

È un romanzo sulla memoria. Sull’impossibilità della memoria e sulle sue infinite risorse. Perché non c’è cosa più contraddittoria: mentre essa si sforza di cercare la verità ne crea una fittizia, e nel tentativo di illuminare il passato ne svela e ne moltiplica le ombre. Chi non impazzisce nel tentativo di ricostruire il passato arriva a godere dell’illuminazione definitiva sulla vera natura della memoria come grande creatrice di realtà.

immagine
Elisa Giobbi

La rete

Stampa alternativa, Pag. 166 Euro 15,00

Elisa Giobbi La rete Stampa Alternativa Viterbo, 2018 pag. 166 Euro 15,00 Nico ed Emma, un’amicizia lunga una vita. Un’amicizia vera, profonda, che sfiora territori altri dall’amicizia senza addentrarvisi mai. Questo è La rete, il romanzo d’esordio di Elisa Giobbi (Stampa Alternativa). Buona prova, diciamolo subito, anche se non ci è sembrato azzeccato né il titolo, né la quarta di copertina, che il romanzo dovrebbero presentarlo in maniera adeguata.

immagine
Michele Cocchi

La casa dei bambini

Fandango Libri, Pag. 261 Euro 15,00

Qualcuno può restare disorientato, o storcere il naso, accorgendosi che al posto dello sfondo storico reale c’è un sofisticato teatro di posa. Sapientissimo, a dire il vero, e di una verosimiglianza che incanta e convince il lettore garantendo nello stesso tempo la perfetta libertà dello scrittore. Il fatto è che la cornice di questa storia ha le caratteristiche del bagaglio storico italiano, con il Fascismo e la Resistenza, e appare radicato negli stessi tempi e luoghi quanto a stile e costumi. Ma sarebbe illusione attendere che si riveli lasciando trapelare un nome o una data che consentano di contestualizzare storicamente. E bene ha fatto, Cocchi, a volerlo così.

immagine
Olivier Guez

La scomparsa di Joseph Mengele

Neri Pozza, Pag. 202 Euro 16,50

Belle parole, sembrano quelle pronunciate da qualche salesiano in attesa di giudizio: perfette, appropriate, consone, ma del tutto inutili.

immagine
Fabio Bussotti

Il cameriere di Borges

Mincione Edizioni, Pag. 260 Euro 9,90

Se non è per sua natura ubiquo ai casi come l’ispettore Ingravallo di Gadda, il commissario Bertone è però costretto a diventarlo. Non per seguire molti casi, ma per seguirne uno solo che aprendosi come una scatola cinese rivela misteri e misfatti a non finire, e a un certo punto lo costringe ad approdare a Buenos Aires. Ci si diverte parecchio, Bussotti, a ingarbugliare e sgarbugliare la matassa e a intrecciarla con fili diversi. E in parallelo c’è da ingarbugliare e sgarbugliare la matassa degli amori che allietano e tormentano il povero commissario dell’Esquilino.

immagine
Lia Levi

Questa sera è già domani

E/O, Pag. 220 Euro 16,50

Siamo all’alba della seconda guerra mondiale. Mentre nei territori del Terzo Reich la “soluzione finale” è in pieno svolgimento, nell’Italia del Duce vengono promulgate le Leggi Razziali, un marchio d’infamia, un’imbarazzante farsa che la prosopopea del fascismo trasformò in tragedia. Questo è lo scenario di fondo dove si svolge Questa sera è già domani, la storia dei Rimon, una famiglia ebrea piccolo borghese che vive a Genova.

immagine
Matsumoto Seicho

Tokyo Express

Adelphi, Pag. 169 Euro 18.00

Con la storia di Simenon l’Adelphi ne ha combinata un’altra. Qualcuno dirà: cos’è tutto questo interesse per il Giappone. Rispondo in modo concreto: nessuno. E’ solo la possibilità di cavalcare l’onda montante del noir, o meglio ancora in questo caso, del poliziesco

CERCA

NEWS

RECENSIONI

ATTUALITA'

RACCONTI

SEGUICI SU

facebookyoutube