Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Il Paradiso degli Orchi
Home » Cinema e Musica » Risorgimento italiano: “Mina-Fossati”.

Pagina dei contenuti


CINEMA E MUSICA

Alfredo Ronci

Risorgimento italiano: “Mina-Fossati”.

immagine
I seguaci di Mina si aspettavano questo disco da tempo immemorabile (forse un po’ meno quelli di Fossati). Il ritiro dalle scene di Fossati aveva dato un colpo definitivo alle speranze dei più che, masticando amaro, si dovevano accontentare delle pochezze della grande cantante.
Ora c’è stata la rinascita: MinaFossati è un gran bel disco. Intendiamoci. Nulla che faccia gridare al capolavoro, ma chi ha rispettato Mina ora la trova improvvisamente più grande. Chi parteggiava per Fossati, è rimasto sulle sue, ringraziando però il  cantante del suo ritorno (che ritorno non è).
Inutile elencare i pezzi perché sono tutti ben centrati e ben cantati (soprattutto da Mina) ma, personalmente vorrei ricordare che tra  le varie canzoni ce n’è una che lascia davvero il segno: Luna diamante.
Questa sì un capolavoro che il regista Ozpetek ha avuto la fortuna di inserirla nel suo ultimo film. Un pezzo al di fuori di ogni realtà e languido e sensuale come solo Mina può trasformare quando la smette di fare la smorfiosa. E Fossati dirige.
Insomma non gridiamo all’eccellenza ma godiamoci suoni che non  hanno nulla di nuovo se non solo il coraggio di farsi amare.



CERCA

NEWS

RECENSIONI

ATTUALITA'

RACCONTI

SEGUICI SU

facebookyoutube