Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Il Paradiso degli Orchi
Home » Recensioni

Pagina dei contenuti


Recensioni

immagine
John Banville

Teoria degli infiniti

Guanda, Pag. 318 Euro 18,00

Personalmente ritengo che leggere Banville sia come attraversare un terreno minato: se non stai attento, prima o poi scoppia qualcosa. E lo scoppio, come tutti sanno, non è mai una cosa piacevole. Men che mai quando il romanzo è latore di guai.
Ho un rapporto schizofrenico con lo scrittore irlandese: mi piace il suo modo tutto demodé di affrontare la narrazione, sembra sempre che la sua dimensione letteraria sia ad un passo dalla riverniciatura del passato

immagine
John Banville

Un favore personale

Guanda, Pag. 326 Euro 16,50

«Pensi che la morte di Laura Swan sia avvolta nel mistero, giusto?» gli chiese. «Sento lavorare le cellule della tua materia grigia.» (Pag. 100).
Chi è un lettore o lettrice accanito/a di gialli come noi avrà provato un brividino di piacere nel trovarsi di fronte quelle due righe. In fondo Poirot, la 'magica' creatura di Agatha Christie, per antonomasia, operava grazie alle sue formidabili cellule grigie.
Qui il substrato è decisamente diverso.

immagine
John Banville

Dove è sempre notte

Guanda, Pag. 363 Euro 16,50

Questo è un bel romanzo. E la bellezza è una dote di questi tempi preziosissima, nonché rara. Bello di un'oscurità claustrofobica (non date retta agli strilli di copertina che lo qualificano "noir". Tanto ormai in questo mercato impazzito tutto è noir, persino la lista della spesa), di una nettezza sociologica e politica da far invidia alla saggistica più arguta. Bello perché lineare e denso, duro e affilato come un coltello.

CERCA

NEWS

ATTUALITA'

RACCONTI

SEGUICI SU

facebookyoutube