Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Il Paradiso degli Orchi
Home » Recensioni » Arrestate Rouletabille

Pagina dei contenuti


RECENSIONI

Gaston Leroux

Arrestate Rouletabille

Giallo Mondadori, Pag.183 Euro 3,90
immagine
Conservo ancora un'edizione Sonzogno del 1928 (...nuova collezione creata dalla multiforme attività della nostra Casa che raccoglierà i capolavori della moderna letteratura avventurosa e drammatica di tutto il mondo. Composta di eleganti volumi, solidamente legati in cartone e protetti da un'artistica sovraccoperta illustrata a colori...) de Le strane nozze di Rouletabille.

Per chi frequenta il giallo sa che il nome Gaston Leroux è una garanzia. Oltre ad essere l'autore del celeberrimo (e saccheggiato continuamente dal cinema) Il fantasma del palcoscenico è anche universalmente noto come uno degli scrittori che ha reso la pratica del delitto in una stanza ermeticamente chiusa dall'interno una specie di arte.

Il suo capolavoro La camera gialla (che il giallo Mondadori pubblicò, come prima edizione, nel lontano gennaio 1984 e ristampato, non certo come meritava, dal Giallo Economico Classico, qualche anno dopo, e che il "maestro" John Dickson Carr definì il più bel mistery mai scritto) è tutt'ora uno dei più freudiani esempi di letteratura mai apparsi, oltre che un rompicapo finissimo e sapiente. Tanto che necessitò di un seguito Il profumo della dama in nero (che io sappia non più frequentato dal giallo Mondadori, ma stampato sempre dal Giallo Economico Classico) dando il via anche alla saga del giovanissimo investigatore Joseph Rouletabille.

Sorprende dunque - pur se arrivato nelle edicola in un periodo, quello estivo, dove si può azzardare qualsiasi uscita, anche la più "datata" – che la collana, attualmente diretta da Sandrone Dazieri, proponga addirittura un inedito del grande scrittore francese.

Sorprende perché pensavamo che l'educazione "sentimentale" del Sandrone-Gorilla fosse di tutt'altra pasta, lui così devoto – e giustamente – al delitto di strada e quindi alla scuola del noir.

E noi siamo felicissimi dunque di ri-frequentare Leroux anche se in un'avventura tutto sommato modesta e decisamente inferiore ai titoli che già abbiamo indicato. Vale comunque la pena una lettura, anche se rapida, perché è un piacere immergersi in una atmosfera demodè, dannatamente fuori moda, con qualche spunto curioso (...Un'ora dopo prendevamo il battello a Trouville e andavamo a pranzo da Frascati) ed altro più "progressiste" (Hébert non era cattivo. Non aveva mai fatto male a una mosca, sebbene avesse già spedito molti criminali alla ghigliottina. Tuttavia, trovava perfettamente naturale che un marito tradito si mettesse ad ammazzare tutti come un selvaggio. E' singolare come la nostra società sia per certi versi rimasta all'età della pietra).

Vero, considerando poi che un paese come il nostro lascerà passare, dalla data di questo libriccino, più di sessant'anni per eliminare il delitto d'onore!

E' un giallo di corna e di depistaggi (siamo certi che Agata Christie ha avuto tra le sue letture anche il buon Gaston Leroux) che scorre liscio fino all'inaspettata (ça va sans dire) soluzione finale.

Non fa tremare i polsi. Lo ripeto: rispetto ad altri titoli rimane di sponda, ma per chi, a tutt'oggi, avesse ignorato le gesta del giovane e brillante reporter Joseph Rouletabille, può riservare sorprese e godimento.

D'estate ancora di più.



di Eleonora del Poggio


icona
Gustoso


Dello stesso autore

immagine
Gaston Leroux

Rouletabille e lo zar

Il giallo Mondadori, Pag. 248 Euro 3,90

Nella letteratura gialla Gaston Leroux fu un caso a parte e vi si innestò la clinica: nel senso che Freud lo ebbe come discepolo (non nel senso professionale, ma solo nel senso del proselito) e lo scrittore francese, nel magma psicanalitico, vi sciacquò i panni della propria coscienza.
Mi chiedo (ma è una boutade?): ma un marcantonio potrebbe soffrire del complesso di Edipo? Domanda tutto sommato congrua, anche se al limite della presa in giro

immagine
Gaston Leroux

Rouletabille tra i Gitani

Big - Il Giallo Mondadori, Pag. 413 Euro 9.90

Il Giallo Mondadori ne inventa un’altra (tanto per ravvivare il mercato… ma ce ne sarebbe bisogno?), ora si presenta in edicola con la sezione Big

CERCA

NEWS

RECENSIONI

ATTUALITA'

CINEMA E MUSICA

RACCONTI

SEGUICI SU

facebookyoutube