Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Il Paradiso degli Orchi
Home » Archivio » Interviste

Pagina dei contenuti


Interviste

immagine
di Alex Pietrogiacomi

Katherine Dunn

Con Katherine Dunn, tra sigarette rollate con del tabacco fortissimo, the e sguardi carichi di intesa abbiamo parlato del suo Carnival Love (Eliott edizioni).
Anche a registratore spento ho continuato a respirare un'aria che aveva in sé una sorta di misticismo metropolitano, una specie di lungo racconto umano che nelle pagine del romanzo galleggia invischiando il lettore in un vortice emotivo crescente.

immagine
di Adriano Angelini

Gianfranco Franchi

Letterato e romanista (già depresso... vedere foto). Delle due cose non si sa quale sia la peggiore (o la migliore). Autore incontenibile. Il suo lavoro sui Radiohead (Radiohead. A kid, Arcana editore) andava sviscerato (mai termine più azzeccato). E dunque lui intervistato.

immagine
di Alex Pietrogiacomi

Don Wislow

Dopo lo splendido L'inverno di Frankie Machine torna Don Wislow con "il più grande romanzo sulla droga che sia mai stato scritto" come lo ha definito James Ellroy, Il potere del cane (Einaudi).
Un viaggio senza freno nell'incapacità di potersi salvare, la storia di una guerra dove non esistono innocenti e il male regna assoluto.
Un'intervista per vivere in prima persona il morso del cane.

immagine
di Adriano Angelini

Massimo Lugli

Il premio Strega si è caratterizzato, soprattutto quest'anno, ma anche nelle passate stagioni, per le polemiche sui vincitori decisi a tavolino dalle grandi case editrici. In questa ultima edizione, almeno apparentemente, c'è stata un po' di battaglia fra i due che si sono contesi il premio, anche se poi alla fine ha vinto il 'pronosticato' (Tiziano Scarpa, per giunta Einaudi che, col gruppo Mondadori, ha vinto per il terzo anno di fila). Massimo Lugli, con L'istinto del lupo (Newton Compton) si è piazzato bene. Lo abbiamo intervistato.

immagine
di Giovanna Repetto

Guido Leotta

Redattore di Tratti/Mobydick da tempo immemorabile, scrittore di racconti, fiabe, poesie, Guido Leotta è anche musicista, e suona il sax e il flauto nel gruppo Faxtet. In Piano Delta Blues svolge tutti questi ruoli, e in più diventa anche un personaggio della storia! Non potevamo fare a meno di intervistarlo.

immagine
di Alfredo Ronci

Oliviero Beha

Nella sinagoga lo definisco urticante. Per gli altri. Per noi: essenziale e necessario. Peccato che lo si veda in televisione solo a concionare di sport e spesso di figuracce degli 'azzurri'. E pensare che avrebbe molto da dire. A noi le ha dette. Ed è venuta fuori un'intervista niente male.

immagine
di Giovanna Repetto

Anna Ruchat

Dopo aver letto Accusata (Effigie), di Mariella Mehr, abbiamo intervistato Anna Ruchat, che ha tradotto il libro e che conosce bene l'Autrice. Nata a Zurigo da padre svizzero francese e madre svizzera italiana, si può ben dire che la traduzione ce l'ha nel sangue.

immagine
di Alfredo Ronci

Franco Limardi

Ah questo 'noir' quante ce ne fa pensare e quante ce ne fa dire. Ne parliamo ancora con Franco Limardi approfittando dell'uscita del suo secondo poliziesco per Marsilio I cinquanta nomi del bianco.

immagine
di Alfredo Ronci

Michele Marcon

Michele Marcon è uno dei curatori dell'antologia Perso in tempo (ed è anche presente con un racconto). Abbiamo cianciato un po' sul progetto Giovani Scrittori IULM, sul loro futuro e naturalmente ce ne siamo dette un po' su questa tanto bistrattata letteratura.

immagine
di Alfredo Ronci

Franco Pezzini

E' la nostra centesima intervista. Ma sarà il caso di chiudere? Si scherza. Celebriamo questa fausta ricorrenza col fare quattro chiacchiere con uno dei due autori del saggio The dark screen. Il mito di Dracula sul grande e piccolo schermo, e precisamente Franco Pezzini (l'altro è Angelica Tintori) pubblicato recentemente dalla Gargoyle books.

CERCA

NEWS

RECENSIONI

ATTUALITA'

RACCONTI

SEGUICI SU

facebookyoutube