Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Il Paradiso degli Orchi
Home » Archivio » De falsu creditu

Pagina dei contenuti


De falsu creditu

immagine
Sara Simeoni

Le mie memorie

Edizioni sport & rimembranze, Pag. 200 Euro 16,00

Confessioni inusuali. Non perché raccontino chissà cosa, ma perché in Italia la tradizione del giornalismo sportivo, tranne rarissime eccezioni, al femminile poi, difetta. In Europa, soprattutto nell'area della ex Unione Sovietica, la materia non solo è all'ordine del giorno, ma spesso per vendite e riscontri può competere con la letteratura più blasonata. Pensiamo al bestseller lituano di Christa Vahelensieck Maailmarekordi (trad.ital. I record del mondo)

immagine
Filippo Chiudilaporta

La letteratura del supermercato

Coops edizioni, Pag.150 Euro 14,50

La questio potrebbe essere fraintesa: non la letteratura al supermercato, così come ora possiamo trovare i medicinali da bancone, ma la letteratura ispirata dalla merceologia e dal bailamme contemporaneo. Si capiscono le istanze e le esigenze del professor Chiudilaporta, ormai da più parti indicato come uno dei massimi esperti di narrativa giovanile, soprattutto dopo il suo personale battuage (ops, volevo dire battage) pubblicitario a favore del romanzo di Settimio Severini Sugli sugli bane bane tu miscugli le banane (Pompili editore)

immagine
Jason Levy

Aggattone

Biscuit press, Pag.140 Euro 15,80

E' la sceneggiatura, adattata per il mercato natalizio, del nuovo film della Pixar che vedrà la luce, appunto, sui nostri schermi a partire dal diciannove dicembre.
Intanto mi preme sottolineare il curioso titolo adottato dai nostri distributori. Se l'autore, un ebreo newyorkese di trentacinque anni, ha mantenuto il titolo originale Accattone (già, proprio così, con una sorta di debito ed omaggio al film di Pasolini del quale segue pedissequamente la trama) specificando però che si tratta di un'espressione (a cat tone = una tonalità del gatto = miagolìo)

immagine
Lia Wallshit

Miranda the Panda is on the Veranda

Bigs and pacs, Pag. 221 Euro 15,80

E' dal 1970 che noi italiani attendiamo la traduzione di questo libro, sorta di bibbia del lesbismo americano. Ci provò la Inge Feltrinelli, negli anni ottanta, a tentare il lancio sul nostro mercato, ma poi il progetto non andò in porto. Ora la riproposizione del testo da parte di un editore della North Carolina (that's incredibile!) potrebbe in qualche modo stimolare l'attenzione di qualche intellettuale nostrano. Se si eccettuano le crestomazie mondadoriane, non mi pare che l'Italia brilli in particola modo nel pubblicare e quindi rappresentare il variegato mondo saffico.

immagine
Adelma Soave

Il mio Duce

Riva&Santi editore, Pag. 212 Euro 15,00

I più attenti ricorderanno il volume, edito da Sellerio, di Gian Carlo Fusco: Mussolini e le donne. Si diceva: Un totalitarismo da vitelloni di provincia, cresciuti con l'idea fissa della femmina da domare e con quell'idea fissa venuti al potere, la miglior rappresentazione del quale non può che essere la versione in chiave sessuale. Dunque la storia del fascismo come storia erotica...
Non era la prima volta che si scavava nell'intimo del regime, e soprattutto nell'intimo dell'uomo che, all'indomani dei Patti Lateranensi del 1929, Pio XI definì l'uomo della provvidenza.

immagine
Donna Clorinda Frenelli

Le Poesie (1980-2005)

Apostema Edizioni, Pag. 156 Euro 14,80

Chi è avvezzo a frequentar sale e teatri sa chi è Donna Clorinda Frenelli. Durante la sua attività di dirigente Rai negli anni'60, il grande Carlo Emilio Gadda scrisse un dramma radiofonico, Il guerriero, l'amazzone, lo spirito della poesia nel verso immortale del Foscolo in cui si discettava appunto del grande poeta. Messo in scena per la prima volta a Roma nel 1967 aveva come protagonisti il Professor Manfredo Bodoni Tacchi, l'Avvocato Demaso De Linguagi e appunto Donna Clorinda Frenelli.

immagine
Pancho Phard

Non avrai altro bio all'infuori di me

Metà e metà edizioni, Pag. 157 Euro 14,50

Dal suo "eremo" delizioso in località Monte Oliveto a pochi chilometri da San Gimignano, il nuovo guru dell'antiglobalizzazione (pare che abbia sostituito nel cuore dei più risoluti antagonisti del mercato addirittura Naomi Klein) va di nuovo all'attacco contro la devastazione sociale, economica e ambientale prodotta nel mondo intero dall'abbattimento delle barriere doganali e tariffarie, dalla liberalizzazione dei mercati, dalla vertiginosa circolazione dei capitali su scala mondiale, dalla formazioni di un mercato unico imperialista.

immagine
Mickail Sciodolov

La grazia

Le avventure, Pag. 221 Euro 17,00

Continua la riscoperta di classici finora trascurati per negligenza e soprattutto per una forte cesura ideologica. Sciodolov, russo di Mosca, nato nel 1912, dopo un'infanzia trascorsa, sin dalla più tenera età, a tessere le lodi della rivoluzione bolscevica, trovò il coraggio di ribellarsi ad una struttura già fortemente centralizzata e a cercare altre terre ed altre corrispondenze per poter estrinsecare la sua arte di romanziere e commediografo.

immagine
Ennio Patòlla

La bedécchia

Editoriale Rosichèlla, Pag. 271 Euro 10,00

"Torniamo all'antico, faremo un progresso!", proclamava Giuseppe Verdi - non senza ragione. E l'Editoriale - colma di maschia e virile dolcezza - di Paride Rosichèlla e associati l'ha preso in parola, facendo nascere, in quel di Scrotìno (LT), una casa editrice che pubblica e riscopre deliziosi piccoli capolavori di poeti e scrittori d'espressione basso-laziale, alto-campana o picaro-romanesca.
Tale è La bedécchia, interamente redatto nella koinè prossigaetana

immagine
Adrian Levis

Sushi, mon amour!

Nottus Editore, Pag. 350 Euro 17.00

Parafrasando il celebre film di Alain Resnais, il romanzo non è assolutamente una storia d'amore, ma uno dei più raccapriccianti esempi di serial-killeraggio che la letteratura noir statunitense abbia potuto partorire.
L'autore, di origine ebrea – lo si intuisce perfettamente dal cognome – confessa in un'intervista come i racconti delle persecuzioni e dello sterminio nei campi di concentramento nazista abbiano prodotto nella sua psiche quello che gli psicanalisti, soprattutto freudiani, chiamano "elaborazione secondaria"

CERCA

NEWS

RECENSIONI

ATTUALITA'

RACCONTI

SEGUICI SU

facebookyoutube