Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Il Paradiso degli Orchi
Home » Cinema e Musica

Pagina dei contenuti


Cinema e Musica

immagine
Alfredo Ronci

Il settantenne che cerca la serenità: This Path Tonight di Graham Nash.

Tempo fa parlammo di David Crosby e del suo bellissimo, ultimo, album. E’ tempo ormai che non parliamo di Young, ma solo perché si sta ormai spulciando l’impossibile del suo passato.

immagine
Alfredo Ronci

L’isteria non paga: “Amici non ne ho…ma amiche sì” della Bertè.

Della serie L’urlo di Chen terrorizza anche l’occidente. Eh sì, la Bertè in questo lavoro urla, sbraita, s’impenna e grida. Perché? Perché crede che il mondo intero ce l’abbia con lei e che qualcuno vorrebbe non averla tra i piedi. Dunque lei urla e sbraita.

immagine
Alfredo Ronci

Ad ognuno il suo. You and I di Jeff Buckley.

Anche questo ci voleva. Che il disco fosse privo di armonia. Perché è precedente al suo grande successo (Grace) e perché si portava dietro la grande figura del padre. Testuali parole (da un critico di cui non faccio nome)… non corrisponde un’armonia d’insieme che dia al lavoro la consistenza necessaria.

immagine
Alfredo Ronci

Chi la fa l’aspetti. Malia di Massimo Ranieri.

Non tutti sanno che il Massimo nazionale ha realizzato negli ultimi anni alcuni dei più gioviali e sentiti album di sempre. Non li cito tutti e nemmeno riporto dei brani significativi, ma non per difetto o perché sono un bullo di periferia, ma solo perché l’insieme dell’operazione andava presa in toto… e su questo si era d’accordo tutti.

immagine
Pina D'Aria

Signora si nasce: “Renaissance” della Connie Lush band.

Lontana dalle scene per colpa di un piede rotto, Connie Lush torna alla ribalta con una nuova band preceduta, sicuramente, da una più nuova voglia di rigenerarsi.

immagine
Pina D'aria

Ci vuole amore ma ci vuole civiltà: “Nothin Civil” di Aubryn.

Registro dinamico, versatile e timbro inconfondibile, fresco e forte: mi sembrano ottime qualità per chi come Aubryn si è distinta nella manifestazione made in USA - Songwriting Competition 2015 -.

immagine
Adriano Angelini Sut, Alfredo Ronci, Pina D'aria

I migliori dischi del 2015.

Ecco la nostra fatica. E che fatica. Giusto per non farci dire che siamo noiosi e inconcludenti.

immagine
Pina D'Aria

Natale è sempre: “The frost is all over” di Kate Rusby

Delicata operazione ornamentale e di recupero, quella di Kate Rusby che ci propone un delizioso natale da pub, tra amici che amano reinventarsi una tradizione dalle mille sfumature,

immagine
Adriano Angelini Sut

Sono al quindicesimo album in studio e i Killing Joke resistono, resistono, resistono

Che bombe che esplodono nelle nostre orecchie in questo 2015! Diverse da quelle che cadono sulle terre del Califfato in queste ore. Ma ugualmente roboanti. E' il rock che non ha mai fine, che continua a stupire nonostante i tanti funerali celebrati.

immagine
Adriano Angelini Sut

I New Order sfornano un'araba fenice che risorge a ritmo di ipno-dance

Alzino la mano quanti li avevano dati per morti dopo il mezzo fiasco di Waiting For The Sirens Call, l'ormai penultimo album datato 2005 (se si eccettua la parentesi di Lost Sirens, album del 2013 con le tracks in eccesso e mai pubblicate del penultimo)?

CERCA

NEWS

ATTUALITA'

RACCONTI

SEGUICI SU

facebookyoutube